FANTASTICHE VISIONI 2015 : MOMS! – venerdì 21 agosto ore 21 Belvedere Piazza Mazzini – Ariccia

0

MOMS
FANTASTICHE VISIONI – ESTATE TEATRALE ARICCINA 2015 – 8a EDIZIONE
BELVEDERE DI PIAZZA MAZZINI – ARICCIA – INGRESSO GRATUITO –

parcheggio gratuito sotto il ponte monumentale.
Venerdì 28 agosto 2015 ore 21:00
MOMS! IL PRIMO VARIETA’ SULLA MATERNITA’
di Jill Daum, Linda Carson, Alison Kelly, Barbara Pollard,
Robin Nichol e Deborah Williams

con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo
testi canzoni Toni Fornari – arrangiamenti Stefano Fresi
scena e costumi Marta Crisolini Malatesta
assistente alla regia
Flavia Clari
regia
Ferdinando Ceriani
P.G.A. scarl

GUARDA IL SERVIZIO RAI3 TGR LAZIO del 31 luglio 2015 – 16’50” : http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8b60f53b-e14c-4fa5-8d54-9b0afe8413e0-tgr.html#p=0″

Pluripremiato negli Stati Uniti e in Canada, Mom’s the word (questo il titolo originale), per la prima volta in Italia, è uno spettacolo scritto da 6 mamme-attrici che hanno sopportato le agonie e le estasi della maternità. Uno sguardo incredibilmente divertente e profondamente toccante, intimo, graffiante, licenzioso sull’essere genitori oggi. Tra pannolini, notti insonni, pappette, biberon, mariti alla disperata ricerca di un momento di intimità, frustrazioni, pubertà, sesso, urla, pianti, strepiti e tanto, tanto amore per quei “mostricciattoli”, quattro attrici affiatatissime danno voce, corpo e anima a un intreccio di racconti e aneddoti oltraggiosamente divertenti che vi lasceranno senza fiato!
Il tutto condito da balletti, canzoni e musiche, scritte e arrangiate dalla ormai collaudatissima coppia Stefano Fresi e Toni Fornari, che fanno di questo spettacolo un vero e proprio varietà sulla maternità!
Questo è Moms, tutto quello che le mamme non hanno mai osato raccontare, concentrato in un’ora e mezza di spettacolo.
E vi prego… i bambini, almeno per una sera, lasciateli alla baby-sitter!

tacchi misti logo
La Compagnia Tacchi Misti nasce nel 2011 e da allora ha messo in scena due novità assolute per l’Italia: Tacchi Misti di Gloria Calderon Kellett, autrice pluripremiata negli U.S.A e Moms! Il primo varietà sulla maternità, tratto da Mom’s the word, testo canadese di successo, scritto a più mani, che ha sbancato i botteghini americani e inglesi. Gli spettacoli, tutt’oggi in scena e in tournée in Italia, con la regia di Ferdinando Ceriani, presentano lo stesso cast formato da Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi e Silvia Siravo. Intorno alla Compagnia Tacchi Misti si sono riuniti, in questi anni, artisti di altissima professionalità, registi, attori, scenografi, musicisti, light designer che hanno deciso di condividere insieme un progetto artistico che ha nella novità drammaturgica, nella leggerezza e nella creazione di un rapporto di fidelizzazione con il pubblico le sue linee guida. Con la Compagnia Tacchi Misti hanno collaborato alla produzione degli spettacoli l’associazione Onni/ExNovo, l’associazione L’Albero Teatro Canzone e il Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi.

FERDINANDO CERIANI
Regista e responsabile artistico di numerosi festival, Ceriani cresce artisticamente a fianco di Franco Molè per poi iniziare, dal 2001, un lungo sodalizio di lavoro con il M°Maurizio Scaparro come regista assistente e responsabile artistico della Compa¬gnia Italiana. Come regista ha diretto, tra gli altri: Valeria Moriconi in Shakespeare amore; Andrea Jonasson e Franco Molè in Dove danzano in draghi e gli dei, la cina di Terzani (Biennale di Venezia); Giulia Lazzarini in Il sogno di G., omaggio a Giorgio Strehler; la serata per i festeggiamenti de i 60 del Piccolo Teatro; I Clowns di Fellini con i Colomba¬ioni (Festiva di Vallalodid) , Salonicco 43 con Massimo Wertmuller (Tel Aviv – Salonicco), Appunti per il prossimo millennio, con Carla Ferraro e Antonio Pizzicato, Questa sera si recita a soggetto con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini. Ha diretto per 3 anni, con Paola Servillo, il festival internazionale di Settembre al Borgo di Caserta, è stato direttore artistico della rassegna Grottaferrata Città del Libro, ed è stato responsabile artistico di tutte le ultime manifestazioni ideate da Maurizio Sca¬parro dal 2002 ad oggi, tra cui, Canti di vita in tempo di peste a Venezia, Voci d’Europa a Firenze (3 edizioni) e Les Italiens a Parigi. Dal 2002 è direttore del corso di teatro dell’Università Luiss Guido Carli di Roma. Dal 2012, è coordinatore artistico delle attività internazionali del Teatro della Pergola di Firenze.

CARLA FERRARO
Attrice e cantante, nasce a Napoli dove incontra, nei suoi primi percorsi artistici, Enzo Moscato, ricoprendo, appena diciottenne, il ruolo di Lulù 1 nel suo Trianon. Frequenta poi l’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” a Roma incontrando Maestri internazionali come Kenneth Rea, Nikolaj Karpov, Alan Woodhouse, Wendy Al¬lnut. Si diploma con Lorenzo Salveti che le offrirà ruoli come la signora Sirelli nel Così è (se vi pare) di L. Pirandello, con Gigi Angelillo, Ludovica Modugno e Ugo Gregoretti (che la vorrà con sé per il ruolo di Lola nella Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni); la signora ne Le Serve di Jean Genet; la Corifea nell’Ecuba di Euripide con Valeria Mo¬riconi al Teatro Greco di Siracusa; Calibano ne La Tempesta di William Shakespeare; Stella in Un tram che si chiama desiderio, con Paola Quattrini e Enrico Lo Verso. Lavora con Piero Maccarinelli ne La Partitella di Giuseppe Manfridi, in Marathon sotto la guida di Giancarlo Sepe, e in Don Giovanni, raccontato e cantato dai comici dell’arte, prodotto dal Teatro di Roma, si troverà a cantare diretta da Nicola Piovani e Germano Mazzocchetti sotto la regia di Maurizio Scaparro che le offrirà altre collaborazioni tra cui il ruolo di Cecilia nel film L’Ultimo Pulcinella con Massimo Ranieri, Jean Sorel e Adriana Asti. É poi diretta da Ferdinando Ceriani in Salonicco 43 con Massimo Wertmuller per la Biennale di Venezia Teatro, e l’Istituto Italiano di Cultura a Tel Aviv, in Appunti per il Prossimo Millennio prodotto dall’Istituto Italiano di Cultura a Rabat, ed al fianco di Ma¬riano Rigillo e Anna Teresa Rossini in Questa sera si recita a soggetto. Affianca inoltre alla sua attività teatrale impegni radiofonici, televisivi, di doppiaggio e di insegnamento.

VALENTINA MARTINO GHIGLIA
Valentina Martino Ghiglia si è diplomata nel 1989 all’ Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Ami¬co”. Ha lavorato con: Roberto Guicciardini, Marco Parodi, Francesco Macedonio, Renato Giordano, Luca Ronconi, Benedetta Buccellato, Filippo Dini, Antonino Iuorio, Pietro Bontempo, Patrizio Cigliano, Luciano Melchionna, Adriana Martino, Ferdinando Ceriani, Giuseppe Roselli, Giorgio Pressburger, Walter Pagliaro, Andrea Camilleri, Pompeo De Angelis, Mario Missiroli, Paolo Modugno, Giancarlo Cobelli. I testi che ha attraversato in questi anni sono principalmente di autori contemporanei, sia drammi che commedie, (Salbach, Gragzyg, Fleisser, Benfield, Highsmith, Noonan, Kroetz, Gadda, Pasolini, Edson, Ayckbourn, Mayemburg, Wolf, Yourcenar, Belbel, Jeli¬nek) non senza un occhio ai classici (Moliere, Pirandello, Goldoni, Randanini, Wedekind, Schnitzler, Euripide, Fassbinder, Cocteau) e alla drammaturgia italiana contemporanea (Bordon, Boggio, Caramadre, Guardigli, Martino, Ricciardi, Buccellato) abbracciando personaggi sia drammatici che comici e ricevendo positivi riscontri di critica.

LAURA MAZZI
Laura Mazzi si diploma all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” nel 1993. Ha lavorato, fra gli altri, con Luca Ronconi in “Questa sera si recita a soggetto” di L. Pirandello e “Alcesti di Samuele” di A. Savinio, con Henning Brockhaus nel “Don Chisciotte” di M. de Cervantes e con Lorenzo Salveti in varie produzioni fra cui “Il malato immaginario” di Molière. Con Alessandro Fabrizi è Susan ne “Le onde” di V. Woolf e Mrs Darling nell’art musical “Di che cosa abbiamo paura…indagine su Peter Pan”; partecipa inoltre al film documentario sul lavoro di Kristin Linklater, dal titolo “Giving voice”, realizzato dallo stesso A. Fabrizi. Lavora con Nicola Russo in “Elettra, biografia di una persona comune “, da lui scritto, e nel recente “Lost in Translation Project” che l’ha vista impegnata con attori olandesi in una esperienza teatrale in residenza ad Amsterdam. E’ diretta da Massimiliano Farau nel suo “Peccato che fosse puttana” di J.Ford e in “La memoria dell’acqua” di S. Stevenson. Recita in lingua tedesca nell’inedito “Judith von Shimoda”di B. Brecht, al Berliner Ensemble di Berlino con la regia di Jorg Aufenanger. Di prossima uscita, il cortometraggio “La Valigia”, regia di G. Caloro e A. Merletti De Palo, monologo contro la violenza sulle donne. . E’ stata diretta da Giancarlo Sepe ne “Il re muore” di E. Ionesco e sempre per G. Sepe è stata Emilia Galotti nel lungometraggio tratto da “Emilia Galotti” di F. Schiller. Lavora inoltre con Piero Maccarinelli (“Elettra” e “Oreste” di Euripide al Teatro Greco di Siracusa e “La coscienza di Zeno” di I. Svevo), con Marinella Anaclerio e Flavio Albanese (“La Locandiera”, “Il servitore di due padroni” e “Il bugiardo” di C. Goldoni), con Giampiero Cicciò (“La sposa di Messina” di F. Schiller), con Marco Lucchesi (“Storie naturali” e “Satirycon” di E. Sanguineti).

SILVIA SIRAVO
Silvia Siravo si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica S. D’amico nel 2005. Partecipa a corsi di perfezionamento con Fura Dels Baus e Peter Clough. Appena diplomata interpreta Desdemona in “Notturno shakespeariano” di e con Michele Placido. Nella stagione 2006/2007 è Ifigenia in “Ifigenia in Aulide” di Euripide con la regia di B. Arena. Al Piccolo Ambra Jovinelli interpreta “Rec”, un monologo di P. Piovani con la regia di N. Martelli. Tra le sue esperienze di maggior rilievo ricordiamo che partecipa alla biennale di Venezia nello spettacolo “La sposa Persiana” da C. Goldoni, scritto e diretto da G. Marinelli, dove interpreta la sposa Fatima. E sempre nell’estate 2007 è impegnata nella tournèe teatrale dell’”Antigone” di Sofocle con la regia di M. Panici, che la vede protagonista nelle vesti di Antigone. Nel 2008 prende parte anche allo spettacolo “le invisibili” di Lidia Ravera per la regia di Emanuela Giordano. Tra il 2009 e il 2011, diretta da Armando Pugliese, è Ofelia nell’ Amleto con Alessandro Preziosi e Viola nella “Dodicesima Notte” con Luca de Filippo. Poi Mollie in “Trappola per topi” per la regia S.Messina. In questa stagione sarà Mommina In “Questa sera si recita a soggetto” per la regia di F. Ceriani. Al cinema ha recitato nel film “Prova a volare” di L. Cicconi Massi con Riccardo Scamar¬cio, Ennio Fantastichini e Antonio Catania. In televisione partecipa alla trasmissione “Domenica In” condotta da Pippo Baudo. Vince il premio come miglior attrice giovane nella rassegna “Schegge d’autore” al Teatro Belli di Roma, e il premio “Ombra della sera” a Volterra come miglior attrice emergente.

Share.

About Author

Avatar

Leave A Reply