Teatro G.L. Bernini Ariccia:
domenica 3 febbraio 2019 ore 18
MARCHIO DI FABBRICA

0

TEATRO COMUNALE G.L. BERNINI
Piazza San Nicola – Ariccia
Domenica 3 febbraio 2019 ore 18

“MARCHIO DI FABBRICA”
di
Francesca Romana Miceli Picardi
Con
Valentina Martino Ghiglia
Francesca Romana Miceli Picardi
Alessandra Muccioli

INGRESSO
€ 12 INTERO – € 10 RIDOTTO
INFO E PRENOTAZIONI:
preno@arteideaeventieservizi.it
tel: 345 8302798 – 345 9615409

“L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”
Quale?
Quello che ringrazi, se riesci a trovare.
Quello che dopo anni di studi, laurea, master, specializzazione, due lingue e un corso di cucina, che non si sa mai, ti porta dritto ad una catena di montaggio: sottopagata e con orari da cardiopalma.
Non un minuto di ritardo. I fornitori non possono aspettare. I clienti non possono aspettare.
Controlli. Badge da timbrare. Pausa di mezz’ora.
E ricominci.
Prima di quel contratto a tempo indeterminato però, le tre donne hanno lavorato dovunque e in qualunque condizione.
Tre donne di tre estrazioni diverse. Unite da un rullo meccanico e dagli imballatori.
Vite strette. Piccole.
Nulla è andato come doveva andare.
24 ore con i loro sogni andati in fumo.
24 ore che diventano una roulette russa.
Perché questo Paese almeno un diritto te lo lascia: quello di suicidarti.

Uno spettacolo che si muove dialetticamente come le azioni che le tre donne compiono: compulsivamente, frettolosamente, con attenzione ma nell’ossimoro della svogliatezza.
Un dialogo serrato che da poco spazio all’immaginazione. Tre corpi stanchi eppur senza posa. Ad eccezion fatta per le pause di pochi minuti che l’azienda concede.
Raccontiamo la quotidiana fatica, le quotidiane miserie, su cui le tre donne riescono anche a riderci sopra, i ricordi che ancora danno loro calore e il lento omicidio di quella “figlia legittima del cuore”, che è la speranza.
Uno spaccato di un’Italia silente che diventa un urlo bianco da telegiornale, quando l’individuo sceglie come rivolta, l’estremo gesto: il suicidio.
Pochi elementi di scena.
Il corpo e la narrazione ne sono il focus.
Come una leggenda che dovrebbe essere tramandata di padre in figlio: i diritti dell’uomo sono ancora e dovrebbero essere sempre inviolabili.
Soprattutto quello della dignità.

La nostra Compagnia OVATTA ARMATA è composta da sole donne, dalla scrittura alla tecnica luci e fonica.
Dal 2008 lottiamo in questo nostro Paese per farci sentire.
Ogni giorno, autoprodotte e nel nome della nostra passione: il Teatro, portiamo avanti le nostre idee e i nostri spettacoli.
La fatica trascolora ogni volta che vediamo volti felici o rigati da lacrime alla fine delle rappresentazioni.
Crediamo negli scambi, nelle possibilità negli incontri, che sono alla base del nostro cammino teatrale. Il teatro come mezzo, il testo come pretesto, la rappresentazione come deflagrazione emozionale da offrire ad uno spettatore che sia di un altro Continente, che diventa quindi materia viva: melting pot di anime.
 Crescere attraversando l’Oceano. Respirare e far respirare.
 Avere la possibilità di incrociare destini, occhi e realtà lontane eppure vicinissime.
La possibilità di non fermarsi.
Noi ci vogliamo credere.
La frase che ci descrive meglio è:
“Il sangue è acqua. L’argilla è immobile.
 Alzati ragazzo, dormirai quando sarai morto”

Gli spettacoli della
compagnia OVATTA ARMATA

“Chi è senza paura scagli la prima pinzetta”
scritto e diretto da Francesca R. Miceli Picardi con Teresa Luchena e F. R. Miceli Picardi

“Fammi bere che mi sto spegnendo”
– omaggio a Charles Bukowski 
(drammaturgia F. R. Miceli Picardi) 
Interpreti F. R. Miceli Picardi e Teresa Luchena
 Regia F. R. Miceli Picardi

“Una donna sola al bar”
scritto da F. R. Miceli Picardi Con Teresa Luchena
 Regia F. R. Miceli Picardi e Alfredo Agostini

“Lucidi Deliri Metropolitani”

Testi di Francesca Romana Miceli Picardi
 Musiche delle N.O.A.

“Scompaio”

Scritto da Francesca Romana Miceli Picardi
 Diretto da Manola Rotunno e Francesca R. Miceli Picardi Interpretato da Manola Rotunno e Francesca R. Miceli Picardi

“Più (+) o Meno ( – ) Io”
scritto da Francesca R. Miceli Picardi codiretto da Francesca R. Miceli Picardi, Lara Panizzi, Gaia De Grecis Interpretato da Francesca R. Miceli Picardi e Lara Panizzi

“Io. Rifiuto.”
scritto e diretto da Francesca R. Miceli Picardi
Interpretato da Manola Rotunno e Marina Cappellini

“Io che volevo Virginia Woolf”
scritto e intepretato da Francesca R. Miceli Picardi Regia Donatella Corrado

“Tutto Torna”
scritto diretto e interpretato da Lara Panizzi

“Cresci bene. Cresci forte.”
Di Francesca Romana Miceli Picardi Con Valentina Martino Ghiglia, Francesca Romana Miceli Picardi, Alessandra Muccioli

“Io. Rifiuto.”
di Francesca R. Miceli Picardi
con Francesca R. Miceli Picardi e Corinna Bologna diretto da Valentina Martino Ghiglia

Valentina Martino Ghiglia
Si è diplomata nel 1989 all’ Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” in qualità di attrice.
Come attrice, i testi che ha attraversato in questi anni sono principalmente di autori contemporanei, sia drammi che commedie, (Salbach, Gragzyg, Fleisser, Benfield, Highsmith, Noonan, Kroetz, Gadda, Pasolini, Edson, Ayckbourn, von Mayemburg, Wolf, Yourcenar, Belbel, Jelinek, Calderon Kellett) non senza un occhio ai classici (Moliere, Pirandello, Goldoni, Randanini, Wedekind, Schnitzler, Euripide, Fassbinder, Cocteau) e alla drammaturgia italiana contemporanea (Bordon, Boggio, Caramadre, Guardigli, Martino, Ricciardi, Buccellato, Lupo, Fornari, Miceli Picardi) abbracciando personaggi sia drammatici che comici e ricevendo positivi riscontri di critica.
In teatro ha lavorato con: Roberto Guicciardini, Marco Parodi, Francesco Macedonio, Walter Pagliaro, Giorgio Pressburger, Renato Giordano, Luca Ronconi, Benedetta Buccellato, Filippo Dini, Antonino Iuorio, Pietro Bontempo, Patrizio Cigliano, Luciano Melchionna, Adriana Martino, Ferdinando Ceriani, Riccardo Festa, Giuseppe Roselli, Toni Fornari, Francesca Romana Miceli Picardi.
In radio ha lavorato con Andrea Camilleri, Pompeo De Angelis, Mario Missiroli, Paolo Modugno.
In cinema e TV con Ignazio Agosta, Tomaso Sherman, Ilaria Cirino, Franco Taviani.
Ha partecipato ai cortometraggi di Elena Petrillo, Alessandro Lazzi, Daniele Monetti, Anna Della Badia.
Ha seguito laboratori con Susan Batson, Lena Lessing, Nikolaj Karpov, Giorgina Cantalini, Irina Brown, Bruce Myers, Steven Dytmer, Matteo Tarasco.
Come doppiatrice ha doppiato tra gli altri: Diane Delano in “Il prescelto” (Sorella Beech), Mónica Villa in “La niña santa” (Madre di Josefina), “Il Gatto con gli Stivali 3D” (Voce di Imelda), Jenny Galloway in “Scuola di streghe” (Beetle), Margo Martindale nel ruolo della MADRE in “Million dollar baby”, Nicola Duffett nel ruolo di Eileen in “We want sex”.
Ha tradotto autori come: Jordi Galceran, Jaime Salom, Guillem Clua, Paco Bezerra, Carlos Rubio, J. L. Alonso de Santos, Juan Mayorga, Luis Araújo, Rodolf Sireira, Roland Schimmelpfennig, Lee Hall, Jim Cartwright, Margaret Edson, Derek Benfield, Alfredo Arias.

Alessandra Muccioli
Si è diplomata nel 1992 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” in qualità di attrice.
Successivamente lavora in teatro con Mario Ferrero, Orazio Costa Giovangigli, Patrizio Cigliano, Laura Jacobbi, Adriana Martino, Luciano Melchionna, Pier Paolo Sepe, Fortunato Cerlino, Antonino Iuorio, Valentina Martino Ghiglia, Giovanni Franci, Gabriele Linari, Virginia Acqua, Francesco Giuffré, Francesca Romana Miceli Picardi.
In cinema ha lavorato con Luciano Melchionna, Dino e Filippo Gentili.
In televisione con Ricki Tognazzi, D. Maiorca, Davide Marengo.

Francesca Romana Miceli Picardi
Attrice e scrittrice si laurea in Scienze della Comunicazione, indirizzo Comunicazioni di massa, presso l’Università Maria S.S. Assunta (L.U.M.S.A.) di Roma nel 2000. Come attrice si diploma alla “Permis de Conduire” nel 2007 frequentando anche seminari e laboratori con Raabe, Hal Yamanouchi, Laura Jacobbi, Beatrice Bracco, Igor Grcko, Emma Dante. In teatro lavora con: Monica Giovinazzi, Max Balazs, Gianni Licata, Laura Jacobbi, Luca Milesi, Danilo Canzanella, Serenella Converti, G. Reina, Mario Grossi, Betta Cianchini, Luciano Melchionna, alessandro Machia, Alessandro Merletti De Palo, Giovanni Caloro, Alfredo Agostini. Dirige spettacoli come regista (testi di Rosamaria Acquino, Irma Mercadante) e i suoi testi (“Io sto una favola, è Naomi che non è normale”, “Fammi bere che mi sto spegnendo”, “Chi è senza paura scagli la prima pinzetta”, “Una donna sola al bar”, “Lucidi Deliri Metropolitani”, “Scompaio”, “E’ caduta la linea”, “Più ( + ) o Meno ( – ) Io”, “Io. Rifiuto.”, “Cresci bene. Cresci forte”)

Share.

About Author

Avatar

Leave A Reply