Teatro G.L. Bernini – Ariccia
MILF – MAMMA INSEGNAMI LA FELICITA’
con NATALIA MAGNI
domenica 12 gennaio 2020 ore 18

0


TEATRO COMUNALE G.L. BERNINI

Piazza San Nicola – Ariccia

DOMENICA 12 GENNAIO 2020 ore 18:00

DA NON PERDERE!

MILF
MAMMA INSEGNAMI LA FELICITA’
di e con NATALIA MAGNI
regia di MONICA FAGGIANI

Magnitudo Nove

ingresso: € 12 int – € 10 rid.

INFO E PRENOTAZIONI:
preno@arteideaeventieservizi.it
tel: 345 8302798 – 345 9615409

Finalista al Premio Laura Casadonte 2018
Sabbry, una mamma ancora giovane, vede incrinarsi una felicità fatta di piccole cose. Costretta ad
allontanarsi da casa e spezzare il legame simbiotico con la figlia, si rifà una vita ed un corpo, sublimando
nella ricostruzione estetica la sua ricerca di felicità.

NATALIA MAGNI

Aspettando il suo turno per un colloquio di lavoro, una mamma ancora giovane
ripercorre la propria vita. Dalla precoce gravidanza al matrimonio con un
uomo buono e amato, dal lavoro in fabbrica alla cura della propria immagine,
Sabbry vive in simbiosi assoluta con la figlia. Il rifiuto della ragazza di
proseguire in questo rapporto esclusivo, unito ad una casuale concomitanza di
eventi, incrinerà una felicità fatta di piccole cose e costringerà la nostra
mamma-amica ad allontanarsi da casa per rifarsi pian piano una vita ed un
corpo, sublimando nella ricostruzione estetica il suo desiderio di felicità.
“Mamma Insegnami La Felicità” affronta il fenomeno delle donne che
confondono i ruoli di madre e di amica, vestendosi e comportandosi come le
proprie figlie adolescenti e mutuando da esse una effimera eterna giovinezza.
Un monologo tragicomico che racconta la giornata in cui la vita di questa
mamma-amica prenderà una svolta inattesa e definitiva. Dietro alla storia di
Sabbry, protagonista tutta silicone e seduzione, il testo nasconde qualcosa di più
archetipico: la ricerca della felicità. Cosa siamo disposti a perdere o a barattare di
noi stessi pur di raggiungerla? Sabbry sceglie la strada della cura dell’immagine di
sé, da cui trae forza e fiducia. Con il buon senso delle persone immuni dai troppi
perché, ma inconsapevoli dell’involontario male che causano, Sabbry cerca di
trasmettere alla figlia le sue verità, il suo senso del dovere, la differenza tra bene
e male e il suo amore per la vita. Lo spettacolo prende le parti di questo
personaggio di inaspettata saggezza, tanto facile da biasimare; invita ad indossare
il suo sexy top fucsia e i suoi stivaletti borchiati, a ridere delle sue gaffe, dei suoi
passi falsi, dei suoi errori. Lasciandoci in bilico tra facile preconcetto e amara,
impensabile immedesimazione. Sospendiamo il giudizio e proviamo ad ascoltarla.
“Perché una è tanto più autentica quanto più somiglia all’idea che ha sognato di se
stessa.” (Agrado – Tutto su mia madre)

GLI ARTISTI
NATALIA MAGNI – AUTRICE ED INTERPRETE

Diplomata alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova nel
1993, Natalia Magni ha recitato nei maggiori teatri italiani, diretta tra gli
altri da Albertazzi, Arias, Calenda, Fantoni, Katie Mitchell, Sciaccaluga,
Barbara Nativi e Cristina Pezzoli.
Tra i suoi più recenti lavori teatrali: “Roma ore 11” con Mandracchia,
Reale, Torres e Toffolatti; coprotagonista de “La commedia di Candido” di
Massini, con O. Piccolo, per la regia di S. Fantoni; ruolo dell’Ombra di
Giocasta con cui si apriva l’Antigone di Sofocle, per la regia di C. Pezzoli,
al teatro greco di Siracusa. Marjorie Houseman nella versione italiana di
“Dirty Dancing: the classic story on stage”.
Ha vissuto molti anni negli Stati Uniti, dove ha continuato a perfezionarsi
e a lavorare in cinema, televisione e teatro, ricevendo ottime recensioni per
il ruolo di Madame nelle Serve di Genet, regia di M. Vargo e la nomination
come migliore attrice in un corto al MethodFest di Los Angeles.
In televisione: L’Allieva 2, Il Cacciatore, Storia di Laura, Un posto al sole,
Carabinieri 7, Colpi di sole, Beautiful; in cinema: L’Ordine delle cose, Giulia non esce la sera, The
International, Heaven. È stata coprotagonista del film: “My little family” per la regia di D. Persltein.
Scrive i testi per sé e per l’Associazione Teatro Dieghesis. Il suo testo più recente, “Quando ci regalarono una
scuola”, sulle conseguenze delle leggi razziali nelle scuole italiane, ha ottenuto il patrocinio della Comunità
Ebraica di Roma. Il monologo “Un cottage tutto per sé”, da lei scritto e interpretato, per la regia di Sonia
Barbadoro, è da tre anni in tournée in Italia e sarà in scena a maggio 2019 a New York, in occasione del
festival: “IN SCENA! Italian Theater Festival NY”

MONICA FAGGIANI – REGISTA
Monica Faggiani si diploma all’Accademia dei Filodrammatici di
Milano nel 1992. Perfeziona la sua formazione con Leo De Berardinis,
Federico Tiezzi, Andrea Taddei, Walter Malosti, Elio De Capitani, Peter
Clough. Lavora con molti tra i più importanti registi italiani interpretando
ruoli di spicco. Ricordiamo tra gli altri: Carpentieri, Baliani, Latella,
Garella, Branciaroli, Bosetti, Navone, Pezzoli.
Per il Cinema è nel film “Si può fare” per la regia di G. Manfredonia.
Partecipa alla fiction “Cuori Rubati” e alla sit-com “Via verdi 49”.
In qualità di assistente alla regia segue Carmelo Rifici in Lungo viaggio
verso la notte. Nel 2011 cura la sua prima regia, insieme a Paola
Giacometti e Raffaella Boscolo, del Progetto Tre sorelle. Seguiranno
molteplici regie tra le quali: una particolare rivisitazione di “Tutto su mia
madre”, “Sogno di una notte di mezza estate” e “Molto rumore per nulla”
di W. Shakespeare, “Acido Solforico” di A. Nothomb, “Diario di uno
scandalo” di Zoe Heller. Come autrice teatrale scrive per sé e per altri: nel
2016 scrive, dirige e interpreta “Quel che resta – A proposito di mobbing shocking e altre amenità” ricevendo
il patrocinio dall’Assessorato alle Politiche Sociali di Milano.
Laureata in Psicologia è diplomata Counselor Teatrale.

Share.

About Author

Arteidea ES

Arteidea Es informa costantemente i visitatori delle attività della Società Cooperativa Arteidea Eventi e Servizi, del Teatro Comunale "G.L. Bernini" e dell' Accademia Bernini - Centro di Formazione e di Ricerca Teatrale di Ariccia.

Leave A Reply